Festival della Fotografia Etica 2016

Emozioni, emozioni, emozioni…
Emozioni per ognuno dei cinque sensi.
Questa visita a Lodi ha appagato la mia vista, e non pensate sia la cosa più ovvia, trattandosi di fotografia. Questa era Fotografia, quella con la F maiuscola, intrisa di passione e di significati. Un urlo in faccia a chi dimentica guerre, violenze, povertà in termini di soldi e miseria in termini di valori, criminalità, infanzia calpestata.
Il mio udito è stato accarezzato dalla gentilezza del personale dell’organizzazione del Festival, sempre presente e cortese nel fornire spiegazioni e supporto, così come dal trasporto degli autori dei lavori esposti, i pochi che ho potuto ascoltare.
Il mio tatto ha goduto del contatto con le vecchie mura dei palazzi storici di Lodi che accolgono il Festival: un patrimonio architettonico e artistico di questa nostra bellissima e unica Italia che non finirà mai di meravigliarmi. La cornice appropriata per un evento di tale importanza sociale.
Gusto e olfatto se la sono giocata con un aperitivo degno di nota in compagnia di due amici speciali, grazie ai quali questa domenica, dal primo all’ultimo istante, si è guadagnata il titolo di “giornata speciale da ricordare”.
Una menzione speciale per Francesco Comello e la sua “Isle of Salvation”. Questo lavoro mi ha segnata in un modo che le parole non possono esprimere.
Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...